Cartello di videosorveglianza: caratteristiche e posizionamento

cartello di videosorveglianza

Molti si chiedono se sia obbligatorio mettere un cartello di videosorveglianza, per indicare un’area che appunto è sottoposta all’osservazione tramite le telecamere. Solitamente, quando si ha la presenza di telecamere, il tutto è abbinato al funzionamento di un sistema di antifurto per proteggere una determinata area della casa. È sempre importante, quando si posizionano delle telecamere all’interno o all’esterno di una proprietà, considerare la possibilità di affiggere dei cartelli informativi, che hanno la funzione di segnalare come in quella zona avvengano la ripresa e l’archiviazione delle immagini che descrivono ciò che avviene. Spesso non è soltanto una facoltà, ma diventa un obbligo di legge per obbedire al codice in materia dei dati personali.

Come è fatto un cartello di videosorveglianza

I cartelli per indicare le aree videosorvegliate sono dei rettangoli o dei quadrati che possono essere realizzati in diversi materiali, come la plastica, il metallo o la carta adesiva. Hanno di solito una dicitura specifica che fa riferimento all’articolo 13 del decreto legislativo 196 del 2003.

Ci possono essere delle variabili, ma il messaggio deve essere chiaro e ben visibile, in modo che possano essere avvisati i passanti e che il cartello possa fungere da deterrente per gli eventuali malintenzionati.

Dove affiggere gli adesivi per l’area videosorvegliata

A volte, invece di un tradizionale cartello, possiamo trovare gli adesivi di videosorveglianza. Molti si chiedono dove attaccare questi adesivi. Generalmente si può rispondere a questo dubbio, consigliando di individuare i punti di passaggio e di accesso alla tua proprietà.

Per esempio se le telecamere sorvegliano i confini di una proprietà privata dotata di recinzione, proprio qui vanno attaccati gli adesivi. Naturalmente non devono essere tralasciati anche i luoghi meno accessibili, perché i passanti occasionali devono necessariamente sapere di essere ripresi da una telecamera.

Infatti, come abbiamo già specificato, esporre il cartello o l’adesivo di videosorveglianza è un fatto importante a livello legislativo. Se non lo esponi, puoi violare la privacy ed esporti al rischio di denunce e quindi al pagamento di sanzioni. Il tutto, se collegato ad un sistema di allarme antifurto, può essere d’altronde molto consigliabile per proteggersi dalle intrusioni da parte dei ladri.


Rispondi al quesito

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi obbligatori sono segnati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>