Casa nuova: predisposizione per antifurto

Buongiorno,

mi chiamo Enrico, sono un tipo abbastanza pratico e sto realizzando da me l’impianto elettrico della nuova abitazione nella quale andrò a vivere con la mia famiglia entro la fine dell’anno in corso; fra le diverse predisposizioni vi è anche quella per l’impianto di antifurto. Si tratta di una casa singola non troppo grande, con un giardino ed un balcone che gira intorno all’edificio. Stavo pensando di comprare dei contatti magnetici d’apertura da montare sulle persiane, dei sensori a raggi infrarossi da collocare a protezione del salotto e della cucina e magari anche qualche infrarosso a fasci da installare sia sul balcone che in giardino; inoltre ci tengo a precisare che presto avrò un cane di taglia media che scorrazzerà sia in casa che in giardino. Secondo il tuo parere, pensi che possa andare bene come protezione o ci sono altre strade da poter prendere in considerazione? Il discorso del cane può rappresentare un problema in termini di compatibilità? Ti ringrazio per l’attenzione, aspetto una tua risposta.

Saluti

Enrico

Buongiorno Enrico,

da ciò che mi descrivi credo che la soluzione migliore per te sia quella di proteggere per bene il perimetro dell’abitazione tramite l’installazione di barriere a stilo infrarosso e di contatti a filo sulle tapparelle; in alternativa puoi sempre scegliere i contatti magnetici d’apertura da montare sugli infissi. Per quanto riguarda l’ambiente interno della casa, saranno sufficienti dei sensori volumetrici da collocare nelle zone più vulnerabili come l’ingresso, gli accessi dall’esterno e i vari passaggi come i corridoi.

Grazie alla protezione volumetrica potrai inoltre sfruttare anche la funzione denominata parzializzazione (quest’ultima permette all’utente di attivare soltanto una parte del sistema a seconda delle esigenze nelle diverse fasi del giorno e della notte, consentendo di muoversi liberamente senza far scattare l’allarme), e stare in totale sicurezza anche quando sei in casa. Ti consiglio di non preoccuparti per la predisposizione, poiché la verità è che non cambia poi molto, avrai bisogno di tubi grandi in prossimità di porte e finestre e per i sensori da installare nelle camere; ci sarà poi il combinatore telefonico per l’avviso di chiamata in caso di allarme, se non scegli un combinatore GSM (che lavora tramite una scheda sim per Smartphone) dovrai portare la tradizionale linea telefonica PSNT vicino alla centrale.

Per quanto riguarda gli attivatori, non dimenticare che, se vorrai sfruttare la parzializzazione, te ne serviranno almeno due, uno in prossimità dell’ingresso e l’altro vicino la zona notte. Per quanto riguarda il cane niente paura, in commercio sono disponibili i sensori Pet Immune, piccoli apparecchi in grado di riconoscere e dunque di non ritenere allarmante la presenza e la massa corporea di animali domestici rispetto a quella più massiccia di un uomo. Concludendo, potrebbe esserti utile l’installazione di una sirena esterna, in tal caso avrai bisogno di una tubatura vicino a un infisso, e una di una sirena interna per avere il pre-allarme. Spero di esserti stato d’aiuto, per qualsiasi altro problema sono a disposizione! Buon lavoro e auguri per il tuo nuovo sistema!


Rispondi al quesito

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi obbligatori sono segnati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>