La detrazione dell’antifurto senza ristrutturazione è possibile?

detrazione antifurto senza ristrutturazione

Alcuni si chiedono se sia possibile installare un impianto di allarme per la casa usufruendo di una possibile detrazione fiscale in seguito alla dichiarazione dei redditi. Infatti il dubbio è legato al fatto che la possibile installazione dovrebbe essere effettuata contemporaneamente alla ristrutturazione edilizia dell’abitazione. Cerchiamo di dare una certa chiarezza a questo dubbio, vediamo di capire se a prescindere dalla ristrutturazione è possibile richiedere la detrazione fiscale, per esempio pari al 50%, per l’installazione di un sistema di sicurezza per l’abitazione.

È possibile detrarre l’antifurto senza ristrutturare la casa?

Diciamo subito che la detrazione dell’antifurto senza ristrutturazione è possibile. Infatti si possono detrarre l’acquisto e l’installazione dell’impianto, anche se non si effettua una ristrutturazione vera e propria, a prescindere se si tratti di prima o di seconda casa.

Infatti la detrazione dell’antifurto rientra nel bonus che comprende le spese di sicurezza contro atti illeciti. Ma a quanto ammonta la possibilità di detrazione? Si tratta, come già abbiamo accennato precedentemente, di una spesa detraibile al 50%, con una somma massima di 96.000 euro.

Questa detrazione fiscale è proprio riservata all’installazione di impianti contro l’intrusione, contro i furti e contro l’aggressione in casa. Tenendo conto della soglia massima di 96.000 euro, è possibile quindi detrarre fino a 48.000 euro nell’ambito della voce Irpef in 10 anni, ottenendo la suddivisione dell’importo in 10 rate annuali.

Come scegliere il miglior impianto antifurto

Spesso alcuni hanno l’esigenza di installare all’ultimo minuto l’impianto antifurto più adeguato per la propria casa. Per esempio questa è una necessità che si manifesta soprattutto quando si decide di partire per le vacanze o si deve fare un lungo periodo di assenza dalla propria casa e viene in mente l’aspetto della sicurezza.

Ci sono molti aspetti da tenere in considerazione. In generale la scelta non dovrebbe essere mai affrettata. Tuttavia, se abbiamo poco tempo a disposizione, non dobbiamo trascurare alcuni fattori, come la risoluzione e l’efficienza dell’impianto di sicurezza.

Tra i molti modelli in commercio possiamo sceglierne uno cablato oppure uno senza fili. I modelli wireless sono infatti gli ultimi ritrovati della tecnologia che offrono una certa garanzia per la protezione dai furti e dalle intrusioni in casa.


Rispondi al quesito

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi obbligatori sono segnati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>