Sostituzione batterie antifurto

Ogni impianto antifurto di case, ville o edifici di ogni tipo presenta un sistema di batterie interno. La carica della batteria dell’antifurto risulta fondamentale per assicurare un ottimo funzionamento del sistema d’allarme e la protezione della proprietà. Il controllo nonché la sostituzione batterie antifurto devono essere effettuati periodicamente, almeno ogni anno.
In primo luogo, la batteria si trova collegata alla sirena dell’antifurto e rende possibile l’azionamento dell’allarme sonoro ogni volta che tutti i fili collegati all’unità centrale si scollegano. Quando la batteria si scarica, ovviamente la sirena non funziona e, quindi, ostacola il rendimento pieno del sistema di antifurto casa.
In secondo luogo, la principale batteria è quella chiamata “tampone” e la si trova posizionata all’interno della centralina situata in un luogo ben nascosto per evitare ogni manomissione ad opera di terzi. Questa garantisce sempre il funzionamento dell’antifurto anche nel caso in cui la rete elettrica a 220 Volt sia momentaneamente fuori uso a causa di black out oppure per qualche tentativo di ingresso da parte di intrusi.
La sostituzione delle batterie si può tranquillamente effettuare in fai da te a patto che si prendano alcune precauzioni per avere la massima sicurezza,
Il primo passaggio a cui dovete pensare quando avete un sistema antifurto è quando dover effettuare la sostituzione batterie antifurto. A questo proposito, sono presenti meccanismi di segnalazione luminosi e, talvolta, acustici che indicano il bisogno della sostituzione. Gli esperti di questi sistemi consigliano in ogni caso di effettuare controlli ogni anno così da non ritrovarvi all’ultimo con una batteria scarica.
Il secondo passaggio consiste, invece, nell’individuare e acquistare presso i negozi specializzati oppure online la batteria tampone oppure quella per la sirena acustica di cui avete bisogno.
La maggior parte degli impianti antifurto utilizzano una batteria in piombo ricaricabile che potete trovare facilmente in ogni rivendita specializzata.
Il terzo passaggio consiste nella messa in sicurezza per procedere meglio alla sostituzione batterie antifurto. In particolare, si consiglia di scollegare prima la corrente elettrica visto che nelle centraline per antifurto sono normalmente presente almeno 220 Volt.
Il quarto passaggio è quello che consiste nello smontare la cassetta della centralina d’allarme per la batteria tampone e la sirena. Una volta svitato si trova in modo semplice e facile l’indicazione della posizione e dello specifico alloggiamento destinato alla batteria.
La sostituzione della batteria dell’antifurto richiede cautela e, tuttavia, la lettura attenta del manuale e alcune semplici precauzioni rende l’operazione semplice e sicura.


Rispondi al quesito

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi obbligatori sono segnati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>