Antifurto perimetrale

L’antifurto perimetrale è un particolare sistema di allarme, che come dice la parola stessa viene posizionato all’esterno di un’abitazione o edificio è, più precisamente lungo il perimetto.
Ovviamente quest’ultimo può essere contraddistinto anche da un muro, da una recinzione o altro elemento che ne delimita un’area ben precisa.
Per ottenere un antifurto di questo tipo, è necessario posizionare lungo il perimetro dei sensori, in grado di rilevare la presenza o l”introduzione di persone o altri elementi, che non si desidera ricevere all’interno dell”area circoscritta all’interno di detti perimetro.
I sensori che compirranno una parte dell’antifurto perimetrale, sono degli specifici dispositivi adatti per svolgere il loro lavoro in un ambiente esterno. Saranno quindi resistenti agli agenti atmosferici, come ad esempio la poggia, il vento, i raggi solari, gli sbalzi termici ed altri ancora. Questa infatti e’ una condizione essenziale per far si che, l’intero impianto possa funzionare a dovere.
In’altra caratteristica, o meglio importante prerogativa, che determina il buon funzionamento dell’antifurto perimetrale è il posizionamento dei sensori.
Quando li montate cercate di posizionarli nelle zone a voi più congeniali, cercando di indirizzarsi verso i punti che intendete sorvegliare con più assiduità.
Altri elementi fondamentali per realizzare questo impianto di antifurto, sono la centralina ed i cavo di calaggio.
La centralina costituisce il cervello ed il cuore pulsante del sistema, l’elemento che raccoglie le informazioni captare dai sensori. Questa dopo averli elaborati, li trasmette al vostro telefono fisso o mobile collegato, in maniera tale che possiate essere avvisati di una qualsiasi introduzione sgradita, all’interno del perimetro da voi delineato.
Per collegare la centralina con i sensori si possono adoperare due tecniche differenti. La prima è quella che prevede l’utilizzo di cavi, quindi di un cablaggio che a seconda dei casi possono richiedere anche la realizzazione di piccole opere murarie; mentre la seconda utilizza la tecnologia wireless e quindi senza fili.
Nel caso di utilizzo del metodo fai da te, si consiglia per questioni di semplicità di realizzazione, di servirsi della tecnologia wireless. Qualora non fossimo molto pratici in questo campo, sarà sufficiente chiedere qualche consiglio al rivenditore del kit di antifurto perimetrale, o rivolgerci ad un parente o amico più pratico o che magari ha già montato un dispositivo di questo tipo.
Un consiglio interessante è anche quello di consultare il mondo del web, qui troverete numerose informazioni, suggerimenti ed illustrazioni grafiche di schemi per poter comporre in maniera corretta il vostro antifurto perimetrale. Inoltre potrete trovare tutti gli elementi necessari per realizzarlo correttamente con il fai da te, con costi ed utilissime schede tecniche annesse.


Rispondi al quesito

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi obbligatori sono segnati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>