Domande sui sensori a doppia tecnologia

Buon pomeriggio,

mi chiamo Paola e ti scrivo perché ho qualche domanda da farti sui sensori volumetrici che sfruttano la doppia tecnologia. Sono numerose le società e ditte che producono questa tipologia di dispositivo, ma sono poche quelle che certificano la funzione AND OR. Ipotizziamo che un ladro sia in possesso di una tuta speciale capace di impedire al sensore di rilevare l’emissione di calore, cosa accadrebbe al sensore visto che verrebbe meno una delle condizioni indispensabili per far partire l’allarme? Nell’ultimo periodo mi hanno presentato dei sensori volumetrici che, pur non avendo la certificazione AND OR, sembra assicurino comunque al proprietario un buon livello di protezione, in quanto il sensore si allarma anche se capta soltanto il movimento e non l’emissione di calore. Al contempo però sembra che, non essendo certificati, si azionino con tempistiche più lunghe, secondo il tuo parere e la tua esperienza tutto ciò è possibile? Se si, a quanto dovrebbe corrispondere questo tempo più lungo? Te lo chiedo per sapere se è abbastanza breve da non lasciare al malintenzionato la possibilità di avvicinarsi in casa!! Grazie infinite per la pazienza e l’attenzione, spero tanto tu possa aiutarmi a chiarire un po’ le idee su questo argomento!

Cordiali saluti

Paola

Buon pomeriggio Paola,

di solito, quando si ha a che fare con i sensori che sfruttano la doppia tecnologia, dovrebbe essere sempre indicata la funzione AND OR, da ciò che leggo mi viene da pensare che probabilmente non si tratta di informazioni di semplice lettura per il cliente finale oppure che non sono riportate nelle schede commerciali.. ad ogni modo ti garantisco che all’interno dei documenti tecnici tale informazione deve assolutamente esserci; Se al contrario non viene indicato niente, allora il sensore è in AND.

Inoltre, parlando di infrarosso passivo, si tratta di un sensore con un eccellente rapporto tra la qualità ed il prezzo, ma non rende un elevato livello di sicurezza, anche se per le applicazioni in ambito domestico può comunque andare bene. In ogni caso posso dirti senza nessun dubbio che non basta una semplice tuta per inibire il loro funzionamento.

Per quanto riguarda i sensori a doppia tecnologia in AND, sono in grado di ridurre la manifestazione dei falsi allarmi, ma non sono così sicuri: esigere dal sensore di originare un allarme soltanto nel momento in cui si ha una doppia convalida, innalza sì l’affidabilità, ma al contempo diminuisce la sicurezza. Esistono poi dei sensori che riescono generare l’allarme anche se permane l’allarme su una sola tecnologia (analisi a microprocessore, fuzzy logic e così via).

Detto ciò, ti consiglio comunque di richiedere il parere di un esperto che, dopo un attento sopralluogo, è capace di consigliare il prodotto più consono alle singole necessità, senza sovradimensionare un antifurto o fare errori che potrebbero nuocere alla sicurezza di tutto l’impianto. Spero di averti risposto alle domande in maniera chiara, mi rendo conto che si tratta di una tematica complessa che meriterebbe più spazio, ma credo comunque di aver fatto un buon quadro dell’argomento! Un saluto


Rispondi al quesito

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi obbligatori sono segnati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>