Tecnologia senza fili: antifurti wireless

wireless

La tecnologia senza fili, anche conosciuta come wireless, si sta diffondendo a macchia d’olio in ogni ambito, anche quello domestico. La sua diffusione è dovuta sia alla praticità della sua installazione sia all’affidabilità che ha raggiunto questa tecnologia.

Un collegamento filare, ancora oggi, dà una sensazione di maggior sicurezza, ma oggigiorno i sistemi wireless, grazie all’avanzata della tecnologia, sono sempre più diffusi e ricercati.

Il grande vantaggio dell’impianto antifurto wireless è quello che non necessita di nessun lavoro muratura. La sua installazione, quindi, risulta più rapida e semplice, riducendo così costi e tempi. Non solo: l’assenza di cavi è vantaggiosa anche a livello estetico. Tutte queste qualità, però, pesano sul portafoglio: infatti, non possiamo non sottolineare come i sensori wireless siano più costosi rispetto a quelli filari. Lo è anche la centrale, sia integrata che esterna.

La scelta riguardo la tipologia di impianto da installare deve avvenire solo dopo un attento sopralluogo dell’abitazione o dell’edificio da proteggere. Inoltre, è necessaria una valutazione complessiva: è giusto tener presente il costo più elevato dei sensori senza fili, ma non bisogna sottovalutare la spesa e l’impegno che eventuali lavori di muratura comporterebbero per l’installazione di un impianto filare. Inoltre, anche il costo della manodopera è alto, quindi è consigliabile valutare attentamente le due opzioni. La semplice l’installazione di un contatto magnetico filare potrebbe far lievitare i costi, per via dello smontare l’infisso o una sua parte.

Non dovete temere interferenze o manomissioni. Infatti, i sensori dell’impianto wireless comunicano in maniera continua con la centrale e, nel momento in cui si dovessero verificare interferenze o venissero volutamente manomessi, entrerebbe in funzione l’“allarme manomissione”. Per sentirvi più sicuri e limitare ulteriormente le interferenze, potrete trovare in commercio sensori a doppia o a tripla frequenza. Questi sono capaci di trasmettere su diverse bande, in modo da limitare così i disturbi.

Ma quali sono gli svantaggi di un sistema antifurto wireless? Il principale è senza dubbio la necessità di cambiare con maggiore frequenza rispetto all’altro tipo di impianto le batterie dei sensori. In genere, le batterie durano da 2 a 10 anni, ma molto dipende dal tipo di sensore, dall’uso che se ne fa e dalla tipologia di batterie che si utilizzano.

Prima di scegliere un impianto d’allarme via radio, vi consigliamo vivamente di valutare con attenzione sia l’ambiente da proteggere, sia la qualità dei prodotti che si intende acquistare. Una regola sempre valida da seguire è questa: non sempre a un costo elevato corrisponde un prodotto eccellente.


Rispondi al quesito

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi obbligatori sono segnati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>